Il Cupcake: la Torta in Tazza per Ogni Occasione

Il Dolce Buono Sta nello Stampo Piccolo.

scritto da: Veronica | aggiornato il 4/6/2021

cupcake

Dove Nascono i Cupcake

Cup-cake, “torta in tazza”, chiamata anche “fairy cake” in Inghilterra o “patty cake” in Australia, è la pop icon della bakery anglosassone.

Tecnicamente il cupcake non è altro che una torta monoporzione, un mini-tortino al pan di Spagna ricoperto da una rosetta di crema: non ci sono limiti alla fantasia. E come per tutte le cose buone, ognuno ha un po’ la sua versione; ma ciò che le accomuna tutte è la nascita: si crede infatti sia derivata dall’utilizzo delle tazze come dosatori per gli ingredienti (per questo sulle ricette inglesi o americane spesso e volentieri trovate le misure in “cups”, non in grammi come da noi!) o direttamente come “mini-teglie” monoporzione, dal momento che un tempo gli stampi da torta ancora non erano diffusi.

Le prime testimonianze di cupcakes si hanno nel 1796, dal libro “American Cookery”, in cui l’autrice Amelia Simmons ne descriveva la golosa ricetta. Il cosiddetto “old-fashioned cupcake”, include una glassatura, detta "frosting" (pasta di zucchero o crema al burro ad esempio), una farcitura e una decorazione, che può variare dalle più moderne guarnizioni in zucchero colorato o cioccolato plastico alla più classica ciliegia (come succede tra l’altro in Sicilia, con il pasticcino chiamato “sospiro”!).

Ma bisogna aspettare gli Anni Venti del secolo scorso per assistere al commercio vero e proprio di questi dolcetti su larga scala. Da allora infatti la produzione e l’acquisto dei cupcake sono aumentati tantissimo e ad oggi sono uno dei dolci più serviti in assoluto: per colazione, per merenda, come dolce dopo-cena. Sono sicuramente sempre amati ai compleanni, soprattutto in America e in Inghilterra!

Curiosità: ogni anno all'Alphaville serviamo più di 20.000 cupcake ai nostri clienti, decisamente un mare di dolcezza!

cupcake

Se Pensavi di Sapere Tutto sui Cupcake…

Se pensavi di sapere tutto… è il momento di stupirsi! Se, come me, soffrite di sbadataggine, la saggezza delle più antiche pasticcerie casalinghe può insegnarci una tecnica veloce per non scordarci mai la ricetta di un cupcake: memorizzate semplicemente “1234 cake”.

Questo nome deriva infatti dalle dosi degli ingredienti da utilizzare! 1 tazza di burro, 2 tazze di zucchero, 3 tazze di farina e 4 uova: così sì che diventa facile, no? Immagina come potrai stupire i tuoi amici la prossima volta che ti proporrai di realizzare assieme a loro questa ricetta!

Ma le curiosità non sono finite! Questi dolci sono talmente amati, che è stato perfino calcolato il record del maggior numero mangiato nel minor tempo possibile: 29 cupcake in soli 30 secondi! Immaginate quante sessioni di preparazione debbano essere servite...

In ogni caso, in America in media sono venduti quasi 800 milioni di cupcake ogni anno, giusto per celebrare la dolcezza della vita. Rappresentano infatti il 10% delle vendite totali di dolci negli Stati Uniti!

Di non secondaria importanza, è importante sapere che il cupcake, vuole la tradizione, andrebbe mangiato sempre con le mani. Dicono che usando un cucchiaio o una forchetta se ne perda parte del gusto, certamente il profumo. A nostro avviso sarete giustificati in nome del galateo, ma vi consigliamo comunque di sporcarvi le mani, se non altro per potervi poi leccare le dita!

E, nel caso pensaste che i cupcake siano per forza dei dolcetti da mangiare con un sol boccone, vi ricordo che sono semplicemente a misura di tazza…ma ancora non avevamo specificato quanto potesse essere grande la tazza!

Nel 2011, giusto a rimarcare la notorietà di questi dolci, un’azienda costruì una tortiera da 306 kg per ospitare un cupcake da 1176 kg: immaginate quanto dovesse essere grande il forno!

Ma normalmente, quanto è grande un cupcake?

Curiosità: produciamo più di 25 ricette di cupcake. Ma qual è il più popolare in assoluto? Certamente il  Rev Velvet con ripieno al bacio!

cupcake

Ma quanto È Grande un Cupcake? Dipende dalla Tazza!

Le dimensione dei vostri dolcetti, come di sarebbe da immaginarsi, dipendono dello stampo che andrete a utilizzare. Di teglie antiaderenti per cupcake o muffin se ne possono trovare in molte varianti su Amazon o altri negozi on-line, nonché in negozi e supermercati ben forniti.

Se ne trovano di due formati, 'mini' e standard, il primo con la forma da circa 3,5 cm di diametro al bordo superiore, il secondo da 7cm. Quando andrete a scegliere il formato che più si addice al vostro caso tenete conto di alcune considerazioni. In primis tenete conto che realizzare cupcake nel formato 'mini' richiede più impegno e più tempo rispetto al formato Standard. Inoltre, sarà difficile realizzare dei cupcake con ripieno in questo formato in quanto la base è troppo piccola per potervi ricavare un incavo.

Tuttavia, andrete preferibilmente a realizzare i cupcake in formato ‘mini’ se dovrete servirli in un buffet: infatti, se la versione standard è già di per se una porzione da 60g-90g – il che non lascia spazio ad altri assaggi – i cupcake ‘mini’ sono grandi all’incirca un terzo per cui sarà possibile assaggiare più varianti nella stessa occasione.

Infine, considerate che generalmente è più facile procurare pirottini – ovvero le forme di carta da forno che contengono la base del cupcake, della dimensione standard. Questi ultimi sono infatti presenti in quasi tutti i supermercati ben forniti, mentre quelli ‘mini’ li troverete generalmente solo nei negozi on-line.

A proposito di pirottini: sembrano solo un dettaglio ma sono indispensabili per poter ottenere un risultato buono ma soprattutto bello e invitante! Bianchi, neri o colorati, a strisce e a pois, e a tema per i più piccoli. Ce ne sono per ogni gusto e per ogni occasione e on-line potrete trovarne una vastissima scelta.

Prendetene di buona qualità se vorrete avere un risultato soddisfacente! Evitate quelli per cioccolatini: sebbene più economici la carta non è pensata per questo scopo e non rimarrà aderente al tortino. Inoltre se volete realizzare dei bellissimi cupcake colorati evitate pirottini troppo sottili;  se non sufficientemente spessi lasciano trasparire quasi del tutto il colore dell’impasto togliendo parte della magia al vostro cupcake (specialmente con impasti al cioccolato). Se non volete aspettare la consegna di un negozio on-line, dei buoni pirottini si trovano generalmente nei supermercati più forniti o nei negozi specializzati a non meno di 20/30 centesimi a pezzo.

Avreste mai pansato a un cupcake nero carbone? Il nostro cupcake Total Black è fatto con cioccolato extra-fondente monorigine del Madagascar. Oltre ad essere molto elegante, è assolutamente da leccarsi i baffi!

cupcake

La Base al Pan di Spagna: Quale la Ricetta Giusta?

Esistono le più svariate ricette di cupcake, tuttavia, essendo un fenomeno di origine anglosassone, cercando su google troverete soprattutto ricette tipiche di questa tradizione pasticciera: ad esempio la red velvet, la carrot cake, o ricette a base di panna acida.

Ma non lasciatevi limitare da questa ‘convenzione’: Il cupcake più buono è il cupcake che volete voi! Noi abbiamo ad esempio chiesto alla nonna la sua ricetta inarrivabile di torta alle mele e abbiamo creato il nostro cupake alla mela e yogurt greco, che rimane tuttora una delle mie ricette preferite!

In generale, al di là dell’infallibile regola del “1234 cake” tenete conto che come parte grassa potrete utilizzare burro o olio di semi: se il primo conferisce un sapore più delicato, rotondo e profumato ed è più indicato negli impasti alla vaniglia e ai frutti rossi, il secondo è da prediligere se si vuole ottenere un tortino dalla consistenza molto soffice, come, ad esempio, nella ricetta del red velvet.

Ad Alphaville cerchiamo spunti nel mondo della pasticceria internazionale e nelle nicchie gastronomiche delle nostre regioni, prendiamo quello che ci piace e lo amalgamiamo con sapienza per creare nuovi sapori e nuovi forme. Scopri il nostro cupcake al pistacchio di Sicilia.

cupcake

Come È Fatta la Crema dei Cupcake?

Se vi siete chiesti se i cupcake siano guarniti con una rosetta di panna la risposta è: perché no! In realtà non esiste una regola vera e propria, l’importante è abbinare bene la crema con la base. Potrete guarnire i vostri dolcetti con una pasta di zucchero per ottenere un risultato più plastico, elegante e scenografico, certamente meno buono. Oppure, perché no, potere realizzare una crema a base di panna e cioccolato o Nutella.

Certamente più interessanti e caratterizzanti, a nostro avviso, sono le creme al burro meringate (o butter cream frosting), le profumatissime creme al burro di arachidi, e non per ultimo le creme al formaggio.

La crema al burro meringata è certamente la più complessa da realizzare a livello tecnico, pertanto evitate se non avete un minimo di esperienza in pasticceria. Inoltre tenete bene a mente che una volta messa in frigo la crema tenderà a indurire e tornerà ad essere soffice e cremosa solo dopo essere stata tenuta a temperatura ambiente per almeno 20 minuti. Consigliamo creme al burro al cioccolato o alla nocciola in quanto la varianti ‘bianche’ alla vaniglia, sebbene molto popolari negli Stati Uniti, possono risultare un po’ stucchevoli al nostro palato.

Le crema al burro di arachidi è certamente la più particolare ed è anche semplicissima da realizzare! Troverete decine di ricette on-line tutte molto simili tra loro, quello che conta per una buona riuscita è la qualità della materia prima! Esistono ottimi prodotti sui negozi on-line e negozi specializzati, ma se non avete la pazienza di aspettare la consegna o cercare il giusto fornitore potete provare il prodotto a marchio Calvè: è presente in quasi tutti i supermercati e, sebbene leggermente granuloso, garantisce comunque dei buoni risultati.

Per ultimo, molto popolari sono le creme al formaggio, o creamcheese frosting, più leggere rispetto alle altre opzioni che vi abbiamo suggerito. Anche in questo caso troverete facilmente on-line decine di ricette molto simili tra loro. Potete adoperare un formaggio spalmabile (ne esistono di molte qualità ma il più usato è il Philadelphia in quanto di buona qualità e facilmente reperibile, anche se non ha un sapore di formaggio particolarmente deciso), ma anche alternative più light come lo yogurt greco e la ricotta possono fare al caso vostro; infine, se non gradite un sapore particolarmente 'formaggioso', potete optare anche per il mascarpone!

Alphaville produce artigianalmente i mogliori cupcake dal 2014. Scopri tutte le nostre ricette! Puoi ordinarli on-line o venirci a trovare nel nostro punto vendita.